Servizi offerti

Analisi della documentazione

Il materiale in verifica ed il materiale comparativo può essere consegnato a mano, previo appuntamento, o inviato a mezzo mail. L’analisi della documentazione permette al Consulente di valutare se l’incarico proposto dal cliente è ammissibile e se la tesi di interesse del cliente è sostenibile.

Consulenza stragiudiziale

Nell’ipotesi in cui non sia stato possibile procedere ad una nomina formale, è sempre possibile assistere, in via stragiudiziale i legali che abbiano la necessità di contrastare una Consulenza Tecnica di Ufficio con esito sfavorevole sempre che ve ne siano i presupposti.

Parere pro veritate

Il parere pro veritate è un parere con il quale il Consulente, esaminata la documentazione, indica al cliente le risultanze degli accertamenti espletati, sia in senso favorevole che in senso sfavorevole alla richiesta del cliente. Il parere è pro veritate, infatti, in quanto è redatto non nell’interesse del cliente, ma nell’interesse della verità.

Il parere pro veritate viene redatto tenendo in considerazione anche la tesi contraria, al fine di conoscere a priori le conseguenze della tesi prescelta. Di conseguenza, il parere pro veritate consente, a monte, una conoscenza approfondita strumentale alle scelte da prendere; altresì, è idoneo a limitare al minimo il rischio di controversie giudiziarie pregiudizievoli agli affari del cliente.

Consulenza Tecnica di parte

La Consulenza Tecnica di parte, rispetto al parere pro veritate, ha luogo quando il Tribunale ha già nominato un Consulente Tecnico di Ufficio.

In tale contesto, il Consulente Tecnico di parte assume una funzione di controllo tecnico sull’operato del Consulente Tecnico di Ufficio, cercando di dare ai fatti l’interpretazione maggiormente conveniente per il proprio cliente; il Consumente tecnico di parte svolge, nel corso della Consulenza Tecnica di Ufficio, le seguenti attività: partecipa alle operazioni peritali presso il Consulente Tecnico di Ufficio, invia eventuali note tecniche preventive se sussistono i presupposti e, infine, invia le osservazioni critiche all’elaborato del Consulente Tecnico di Ufficio, anche in questo caso, solo nel caso in cui ci siano i presupposti per contestare le conclusioni del Consulente Tecnico di Ufficio.

banner480x60_new